Medicina per trattamento di una sindrome di astinenza opioid

La terapia sostitutiva per l'Eroina non funziona

Trattamenti dei rimedi di gente alcolici

Cassie Howard è una delle protagoniste di Euphoriaserie coraggiosa, estrema, controversa, scandalosa e proprio per questo bellissima da poco trasmessa su HBO. Cassie è molto legata a suo padre Gus, uomo parecchio affascinante e incline a flirtare con altre medicina per trattamento di una sindrome di astinenza opioid, tanto da litigare costantemente con la moglie Suze fino ad arrivare alla separazione.

Si chiamano Vicodin, Oxycontin, Percocet, Percodan, Tylox : sono a base di hydrocodone, oxycodone, Fentanylsono approvati dalla Federal Drug Administration e nel in America hanno medicina per trattamento di una sindrome di astinenza opioid da soli 30mila dei medicina per trattamento di una sindrome di astinenza opioid decessi complessivi per overdose.

Il Centers for Disease Control and Prevention CDCente che si occupa di sanità e prevenzione, ha diffuso il report annuale sulla mortalità nel paese: un bambino nato nel vivrà in media 78,6 anni, mentre uno nato appena due anni prima 78,9. Un prezzo decisamente troppo alto, se si considerano pure i sintomi forse peggiori da astinenza, che sopraggiungono quando si rinuncia alla droga. La conclusione è semplice e abbastanza affrettata: alcuni tipi di oppioidi sintetici non danno dipendenzanonostante nulla si sappia — o venga detto — delle restanti Le case farmaceutiche fiutano il business invadendo il mercatoconsapevoli che i pazienti trattati con farmaci oppioidi alla fine della cura stanno male di nuovo: credono siano i sintomi del dolore ma invece si trovano a fronteggiare i sintomi della dipendenzae le dosi vengono aumentate fino a raggiungere una soglia invalicabile per legge.

Il nodo della questione risiede nella letale connivenza tra politica e case farmaceutiche, la fantomatica Big Pharma, una connivenza — come giustamente sottolinea Ross Barkan sul Guardian — che vede sul banco degli imputati tanto Repubblicani, quanto Democratici. La lista dei precedenti sarebbe infinita, ma semplificando al massimo resta immutato il meccanismo alla base: la politica ha bisogno di continui finanziamenti, la maggior parte del denaro arriva da Big Pharma e risulta dunque impossibile avviare una guerra aperta.

La diffusione di notizie incomplete e fuorvianti a medici e cittadini, attraverso tecniche di marketing aggressive e ingannevoli, per vendere i potenti antidolorifici il Duragesic e il Nucynta prodotti dalla sua sussidiaria farmaceutica Janssen, nascondendone gli alti rischi di dipendenza. Tracciare facili e semplicistiche conclusioni è difficile, oltre che sbagliato, perché il consumo dei farmaci oppioidi mette di fronte a un forte paradosso. Se in America è Big Pharma ad avere la fetta maggiore di responsabilità, da noi la questione ha radici di tipo culturaledove ostacoli di natura etica si intrecciano alla morale cristiana e allo statuto che il dolore riveste in essa.