Lalcolismo chi si è ripreso

Allontanata dalla famiglia ... A 23 anni ho tentato il suicidio, in preda a depressione e alcolismo.

Come vivere con il marito zapoyny

La stessa domanda che ogni classe di persone continua a pormi dopo 42 anni di sacerdozio e 24 di missione in Paraguay. Qui incontro tutti: poveri della strada, bambini, bambine distrutte, malati terminali di Aids o di cancro, persone di altre confessioni cristiane, giornalisti, politici, ministri, fino al presidente della Repubblica.

Tutti si avvicinano con la stessa domanda degli anni nei quali stavo al liceo di Feltre, Belluno. Il mondo è affamato di Cristo. Cioè di una carezza autenticamente umana, di un abbraccio capace di comunicare il senso, il gusto della vita. Aiuta con un piccolo contributo con PayPal Bancomat o Carta di credito:. Alcuni giorni fa è morta di cancro Carola, una bella ragazza di 20 anni. In quel momento ho sentito la presenza di Gesù che mi chiedeva di comunicarle tutta la sua tenerezza, come segno della tenerezza divina nella quale la figlia stava già vivendo.

Finché i suoi singhiozzi si sono calmati, lasciando il posto ad una profonda pace. È la stessa cosa che succede con i miei bambini che quando mi vedono da lontano cominciano a gridare il mio nome, correndomi incontro e gettandosi tra le mie braccia o aggrappandosi a me. Con il tuo 5 per è semplice ed utilissimo. Sul tuomodello Unico, scrivi Mi ha causato un forte dolore e anche, sinceramente, una grande rabbia verso chi crea questo clima di violenza per il quale non posso permettermi neanche di amare questi bambini a cui nessuno ha mai voluto bene nella vita e che lalcolismo chi si è ripreso bisogno di tanto amore.

Una cosa assurda, una vergogna che non mi preoccupa personalmente, sono abituato a questo genere di vendetta. Una persecuzione normale per chi si occupa di raccogliere, amare, educare questi bambini abbandonati. Ma niente e nessuno mi potrà impedire di andare avanti, vivendo la posizione di Gesù verso i più piccoli.

Il mio nome è Julio Santiago Fernandez Ramirez. Non sono riuscito a finire la scuola perché soffrivo di epilessia. Per anni mio padre e mia madre hanno badato molto a me, dato che lalcolismo chi si è ripreso mia malattia è incurabile. Prendevo medicine per cercare di avere meno convulsioni, perché le avevo molto spesso. Poi a 16 anni ho conosciuto una ragazza, Juanita, di 15 anni, anche lei della mia città.

Nelquando avevo 19 anni, mio padre è morto di ictus ed è stato un colpo molto duro. Dopo la sua morte ho iniziato a bere alcolici e ho smesso di prendere le medicine. Mia madre e la mia fidanzata mi dicevano di smettere ma io non gli davo retta. Ho cercato di imparare un mestiere per costruirmi un futuro, ma lalcolismo chi si è ripreso colpa della malattia avevo poche possibilità di lavorare. A 22 anni ho sposato Juanita con rito civile anche se mia madre mi consigliava di aspettare.

Ci siamo rimasti per 5 mesi, ma mia madre non stava bene e infatti a maggio, tre giorni prima del suo compleanno, è morta improvvisamente.

Lalcolismo chi si è ripreso di morire le avevo promesso che avrei ripreso a prendere la mia medicina. Sono tornato in Paraguay molto scioccato insieme a mia moglie, anche lei mi è lalcolismo chi si è ripreso molto vicina. Abbiamo messo su un negozietto che mia moglie si occupava di gestire quando io dovevo andare a lavorare fuori. Lei era incinta e diede alla luce un bambino che abbiamo chiamato Keanu Gerardo Fernandez Ramos.

Dopo alcuni mesi mi accorsi che mia moglie si comportava in modo strano. Al principio pensavo che fosse arrabbiata con me perché continuavo a bere, ogni fine settimana con un vicino di nome Fazio e in più non prendevo le medicine.

Finché un giorno mia moglie non mi disse la verità: amava Fazio. Mi sono buttato e poco dopo ho visto una persona vestita di bianco e poi mia moglie insieme al mio vicino che mi hanno salvato. Le ho chiesto perché non mi avesse lasciato morire. Poco dopo questo fatto lei è tornata a casa dei suoi genitori e io ho deciso di tornare in Argentina.

Sono partito senza conoscere nessuno nel posto in cui andavo. Sono rimasto in una piazza per quindici giorni senza mangiare né bere niente. Una casa e ancora il vagabondaggio Un giorno una persona mi ha chiesto di dove fossi. Era paraguaiano anche lalcolismo chi si è ripreso e mi ha offerto ospitalità a casa sua per alcuni mesi.

I primi giorni sono stati molto difficili perché non conoscevo nessuno e nemmeno il posto. Ancora una volta mi sono ritrovato in una piazza e poi mi sono giocato le possibilità di alloggio che avevo trovato. Soprattutto, non potevo lavorare molto per via della mia malattia. Eppure riuscivo a rimediare qualcosa per guadagnare denaro e ubriacarmi.

Lalcolismo chi si è ripreso già da un anno e mezzo che ho smesso di bere e ho ripreso le medicine. Per fortuna ho trovato delle persone che mi aiutavano quando terminavo la medicina, ma riconosco che comunque non mi curavo come avrei dovuto.

Poi nel lalcolismo chi si è ripreso viene detto che dovevo lasciare la casa in cui vivevo perché i proprietari dovevano affittarla. Mi sembrava uno scherzo. Invece dopo due anni mi hanno buttato fuori per davvero. Per fortuna nel quartiere viveva una signora chiamata Rufina che di solito mi aiutava dandomi da mangiare e a volte anche dei soldi.

Grazie a lei e a molte altre persone ho continuato a vivere. Grazie a Rufina, in particolare, sono arrivato alla Fondazione San Rafael, a padre Aldo e a tutte le persone che ci lavorano.

Grazie a loro posso continuare il mio trattamento in modo adeguato e avere una casa dove vivere. Rendo grazie a Dio e alla Vergine, ai miei genitori che mi proteggono. Sono arrivato alla Fattoria Padre Pio e qui sono rinato, ho incominciato una vita nuova e mi sento molto felice perché ho finalmente trovato persone che mi vogliono veramente bene. Qui viviamo come persone normali, abbiamo i nostri lavori giornalieri, come una famiglia. Lalcolismo chi si è ripreso cura e mi consiglia quando ho qualche problema e mi aiuta molto.

Quella signora è Ña Nilda e io la ringrazio moltissimo. Sono già 8 mesi che sto vivendo nella fattoria e mi sento molto felice. Ringrazio padre Aldo Trento lalcolismo chi si è ripreso avermi ricevuto quando ero già perso, anche la Fondazione San Rafael per offrirmi tutto quello di cui ho bisogno per curarmi, le medicine e altre cose. Aldo Trento — Tempi. Analía è una ragazza della Casa di Chiquitunga la struttura dove vivono le ragazze madri, vittime della violenzaviene da Ñemby, a 20 chilometri da Asunción, ed è la maggiore di sette fratelli.

Ha 17 […]. You can find out more about which cookies we are using or switch them lalcolismo chi si è ripreso in settings. This lalcolismo chi si è ripreso uses cookies so that we can provide you with the best user experience possible.

Cookie information is stored in your browser and performs functions such as recognising lalcolismo chi si è ripreso when you return to our website lalcolismo chi si è ripreso helping our team to understand which sections of the website you find most interesting and useful. Strictly Necessary Cookie should be enabled at all times so that we can save your preferences for cookie settings.

Se disabiliti questo cookie, non saremo in grado di salvare le tue preferenze. Ultimi articoli. Sentiamo Papa Francesco. Sul tuomodello Unico, scrivi Precedente Lazzaro, il povero. Piange piano nello stanzone maleodorante e buio dell'ospe Read more. Rubo e rapino le persone per strada. Vorrei confessarmi Scendo le scale e lalcolismo chi si è ripreso lo Powered by GDPR plugin. Panoramica privacy This website uses cookies so that we can provide you with the best user experience possible.

Cookie strettamente necessari Strictly Necessary Cookie should be enabled at all times so that we can save your preferences for cookie settings. Cookie Policy More information about our Cookie Policy. Enable All Save Changes.