Trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo

Spot contro l'abuso di alcool

La madre beve e lodio

Questo documento è un estratto del sito web EUR-Lex. GU L del In vigore: Questo atto è stato modificato. Al fine di garantire un funzionamento più efficiente e un migliore monitoraggio dei regimi relativi alle merci in transito che sono attualmente svolti su supporto cartaceo o sono parzialmente informatizzati, è auspicabile che i regimi di transito siano interamente informatizzati per tutti i modi di trasporto, sia trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo con le dovute eccezioni definite per i viaggiatori e a fini di continuità operativa.

Trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo fine di rendere operativo il sistema delle domande di decisioni relative alla normativa doganale e garantire un processo decisionale agevole ed efficace ad opera delle autorità doganali, è di estrema importanza che gli Stati membri trasmettano alla Commissione un elenco delle proprie autorità doganali competenti alle quali devono essere presentate le domande di decisioni.

Al fine di rispettare il carattere vincolante obbligatorio delle decisioni relative a informazioni trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo è necessario includere nella dichiarazione in dogana un riferimento alla decisione in questione. È inoltre necessario specificare in che modo tale sorveglianza dovrà essere realizzata fino a quando i sistemi elettronici non verranno potenziati.

È inoltre necessario stabilire norme procedurali per il corretto funzionamento del sistema elettronico relativo alla gestione dei contingenti tariffari. È inoltre necessario stabilire norme procedurali per il corretto funzionamento del sistema elettronico relativo a tale sorveglianza. È dunque necessario stabilire le procedure generali per il conferimento delle autorizzazioni di esportatore autorizzato ai fini di trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo accordi.

Dovrebbero inoltre essere previsti i formulari da utilizzare per il rilascio dei certificati di origine, modulo A, e dei certificati di circolazione delle merci EUR.

Per gli stessi motivi occorre adottare norme procedurali che specifichino in che modo devono essere applicati i metodi secondari di determinazione del valore in dogana e trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo viene determinato il valore trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo dogana in casi specifici e in circostanze particolari.

È opportuno determinare le condizioni e gli elementi di prova richiesti per dimostrare che le merci per le quali è chiesto il rimborso o lo sgravio sono state esportate o distrutte. Occorre stabilire regole chiare relative alla corrispondente registrazione dei documenti presentati e delle modifiche apportate. La presentazione di una dichiarazione normale in dogana richiede norme procedurali che indichino che, se una dichiarazione in dogana è presentata per articoli di merci diversi, ciascun articolo è considerato oggetto di una dichiarazione in dogana separata.

Nei casi in cui sono concesse autorizzazioni per un uso regolare delle dichiarazioni semplificate è necessario armonizzare le pratiche in termini di scadenze per la presentazione delle dichiarazioni complementari, nonché di documenti giustificativi se questi non sono disponibili al momento della presentazione della dichiarazione semplificata. Al fine di garantire la corretta gestione trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo concessioni di autorizzazione di sdoganamento centralizzato nei casi in cui sia coinvolta più di una autorità doganale, la procedura di consultazione dovrebbe essere standardizzata.

In proposito dovrebbero applicarsi norme procedurali connesse con le informazioni richieste e con lo scambio di informazioni tra le autorità doganali e gli operatori economici nonché tra le autorità doganali. In proposito dovrebbero applicarsi norme procedurali connesse con le informazioni richieste.

La separazione contabile dovrebbe essere consentita nel caso in cui siano utilizzate merci equivalenti. Tali norme procedurali determinano gli elementi principali dei processi e includono una serie di semplificazioni, consentendo in tal modo sia alle amministrazioni doganali che agli operatori economici di beneficiare pienamente di procedure armonizzate efficienti quale esempio concreto di facilitazione degli scambi.

In considerazione delle specificità del trasporto aereo e marittimo, è opportuno prevedere ulteriori semplificazioni per tali modi di trasporto consentendo che i dati disponibili nelle scritture dei vettori aerei e marittimi siano utilizzati come dichiarazioni di transito.

Ulteriori semplificazioni dovrebbero inoltre essere introdotte per i procedimenti informatici relativi alle merci trasportate per ferrovia al fine di adeguare le relative disposizioni alle modifiche dovute alla liberalizzazione dei mercati e ai cambiamenti nelle norme procedurali ferroviarie. Analogamente, gli operatori economici dovrebbero essere autorizzati a presentare domanda di autorizzazione ai sensi del codice prima della sua data di applicazione per poter essere in grado di utilizzare a partire dal 1o maggio le autorizzazioni concesse.

È dunque opportuno riunirle in un unico regolamento al fine di garantire la coerenza giuridica. Le misure di cui al presente regolamento sono conformi al parere del comitato del codice doganale. È opportuno che le disposizioni trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo cui al presente regolamento si applichino a decorrere dal 1o maggio al fine di consentire la piena applicazione del codice.

Ambito di trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo della normativa doganale, ruolo delle dogane e definizioni. Differenze di presentazione di scarso rilievo non impediscono di considerare identiche le merci altrimenti conformi alla presente definizione. Diritti e obblighi delle persone ai sensi trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo normativa doganale.

Fornitura di informazioni. Formati e codici dei requisiti comuni in materia di dati, scambio di trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo e archiviazione. I sistemi elettronici devono essere messi a disposizione in modo permanente. Tuttavia, tale obbligo non si applica:. Registrazione delle persone. Le autorità doganali competenti per la registrazione sono quelle designate dagli Stati membri.

La Commissione pubblica tali informazioni su Internet. Decisioni adottate dalle autorità doganali. Decisioni adottate su richiesta. Articolo 22, paragrafo 1, terzo comma, del codice. Gli Stati membri comunicano inoltre alla Commissione le eventuali successive modifiche a tale elenco. Decisioni relative alle informazioni vincolanti. Le autorità doganali trasmettono alla Commissione le informazioni pertinenti relative alle decisioni IVO su base trimestrale. La Commissione mette le informazioni ottenute in conformità del paragrafo 1 a disposizione delle autorità doganali di tutti gli Stati membri.

Articolo 16, paragrafo 1, e articolo 23, paragrafo 5, del codice. La Commissione comunica agli Stati membri i risultati del monitoraggio di cui al paragrafo 2, lettera asu base regolare al fine di facilitare la sorveglianza, da parte delle autorità doganali, del rispetto degli obblighi derivanti dalle ITV.

Quando si procede al trattamento di una domanda di decisione ITV le autorità doganali indicano lo status della domanda nel sistema di cui al paragrafo 1. In deroga al paragrafo 3 del presente articolo, fino alla suddetta data di inizio, la Commissione non è tenuta a comunicare agli Stati membri i risultati della sorveglianza di cui al paragrafo 2, lettera adel presente articolo.

La Commissione informa immediatamente le autorità doganali della revoca della sospensione. Operatore economico autorizzato. Il richiedente o la persona responsabile delle questioni doganali del richiedente ha completato con profitto una formazione riguardante la legislazione doganale, coerente e pertinente in rapporto al suo coinvolgimento in attività connesse al settore doganale, fornita da uno degli organismi seguenti:.

Controllo delle merci. Controlli doganali e gestione del rischio. Bagagli a mano e bagagli registrati trasportati per via aerea. I bagagli a mano e i bagagli registrati sono soggetti alla normativa sui bagagli delle persone provenienti da paesi terzi a meno che la persona interessata non fornisca la prova del carattere unionale dei beni trasportati.

Ove i bagagli arrivino in un aeroporto trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo a bordo di un aeromobile proveniente da un aeroporto non unionale e siano trasbordati, nello stesso aeroporto unionale, su un altro aeromobile che effettua un volo intraunionale, si applicano i paragrafi 2 e 3. Ove i bagagli siano imbarcati, in un aeroporto unionale, su un aeromobile che prosegue con un volo intraunionale e successivamente trasbordati, in un altro aeroporto unionale, su un aeromobile a destinazione di un aeroporto non unionale, si applicano i paragrafi 2 e 3.

Bagagli trasportati via mare. I controlli e le formalità doganali applicabili ai bagagli delle persone che utilizzano un servizio marittimo fornito dalla stessa nave e comprendente tratte successive in partenza da un porto non unionale o con scalo o approdo finale in un porto non unionale sono effettuati in qualsiasi porto unionale in cui i bagagli sono imbarcati o sbarcati.

Conversione valutaria. Tariffa doganale comune e classificazione tariffaria delle merci. Gestione dei contingenti tariffari. Ai fini della presente sezione, le dichiarazioni trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo immissione in libera pratica accettate dalle autorità doganali il 1o, 2 o trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo gennaio sono considerate accettate il 3 gennaio dello stesso anno.

Responsabilità delle autorità doganali degli Trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo membri per la gestione uniforme dei contingenti tariffari.

La Commissione procede alle assegnazioni nei giorni lavorativi. Se in un giorno di assegnazione la somma dei quantitativi di tutte le richieste di beneficiare di contingenti tariffari che si riferiscono a dichiarazioni accettate alla stessa data è superiore al saldo disponibile del contingente tariffario, la Commissione assegna i quantitativi relativi a tali richieste proporzionalmente alle quantità richieste.

Annullamento di domande e restituzione ai contingenti tariffari dei quantitativi assegnati non utilizzati. In deroga al paragrafo 1, un contingente tariffario è considerato critico dalla data di apertura in uno dei casi seguenti:. Articolo 16, paragrafo 1, e articolo 56, paragrafo 4, del codice. La Commissione rende accessibili tramite tale sistema le informazioni relative ai risultati delle assegnazioni.

Articolo 16, paragrafo 1, e articolo 56, paragrafo 5, del codice. Origine delle merci. Le autorità emittenti conservano una copia di ciascun certificato di origine rilasciato. La Commissione trasmette tali informazioni alle autorità competenti degli Stati membri. Se la dichiarazione era corredata di una fattura, la fattura originale o una copia della medesima è acclusa al certificato di origine rispedito.

Le autorità doganali indicano, se del caso, i motivi del controllo a posteriori e forniscono ogni informazione in loro possesso che faccia ritenere che le indicazioni figuranti nel certificato di origine sono inesatte o che il certificato di origine non è autentico.

Origine preferenziale. Il periodo di validità scade alla data in cui la dichiarazione a lungo termine del fornitore è stata compilata. La dichiarazione del fornitore reca una firma manoscritta del fornitore. Le autorità possono chiedere tutte le prove necessarie e svolgere ispezioni sulla contabilità del fornitore o altri controlli che ritengano opportuni. Ai fini del paragrafo 1, le autorità doganali dello Stato membro di esportazione trasmettono a quelle dello Stato membro in cui la dichiarazione del fornitore è stata redatta tutte le informazioni e i documenti di cui dispongono, indicando i motivi che giustificano la loro indagine.

Ai fini del paragrafo 1, le autorità doganali dello Stato membro in cui la dichiarazione del fornitore è stata redatta possono chiedere elementi di prova al fornitore o effettuare adeguate verifiche di tale dichiarazione.

Le sottosezioni da 2 a 9 della presente sezione si applicano mutatis mutandis. A decorrere dalle date di introduzione del sistema degli esportatori registrati REXun esportatore di cui alla lettera a o alla lettera b del primo comma che desideri continuare ad agire in qualità di esportatore registrato ai sensi del paragrafo 1 viene registrato in tale sistema.

La casella 12 è firmata dal rispeditore. Se il valore totale dei prodotti della spedizione in relazione alla quale è stata compilata una prova di origine non supera il valore soglia applicabile, non occorre che il rispeditore delle frazioni di spedizione sia egli stesso un esportatore registrato per poter compilare attestazioni di origine sostitutive.

Se il valore totale dei prodotti della spedizione in relazione alla quale è stata compilata una prova di origine supera il valore soglia applicabile, per poter compilare attestazioni di origine trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo il rispeditore deve soddisfare una delle condizioni seguenti:.

Procedure e metodi di cooperazione amministrativa applicabili con riguardo alle esportazioni per le quali si utilizzino certificati di origine, modulo A, e dichiarazioni su fattura. Le autorità competenti dei paesi trattamento e codificazione di alcolismo dellindirizzo cooperano con la Commissione o con gli Stati membri; tale cooperazione consiste in particolare:.

Le merci originarie di un paese ammesso o riammesso al beneficio del sistema delle preferenze generalizzate per i prodotti di cui al regolamento UE n. Gli obblighi di cui al paragrafo 5 si applicano a Singapore per un periodo di tre anni a decorrere dal 1o gennaio Obblighi di notifica applicabili fino alla data di applicazione del sistema degli esportatori registrati REX. I paesi beneficiari comunicano alla Commissione i nomi, gli indirizzi e i recapiti delle autorità situate nel loro territorio che:.

La notifica è trasmessa alla Commissione al più tardi tre mesi prima della data in cui i paesi beneficiari intendono iniziare la registrazione degli esportatori.

I paesi beneficiari informano immediatamente la Commissione delle modifiche apportate alle informazioni notificate a norma del primo paragrafo. La Commissione inoltra queste informazioni alle autorità doganali degli Stati membri.

Tali informazioni sono riservate; tuttavia, quando le merci devono essere immesse in libera pratica, le autorità doganali possono permettere agli importatori di prendere visione delle impronte dei timbri. I paesi beneficiari che hanno già trasmesso le informazioni richieste ai sensi del primo comma non sono tenuti a fornirle di nuovo, tranne qualora sia intervenuta una modifica.

I certificati di origine, modulo A, rilasciati a posteriori recano nella casella n.