Il bere fermato Jes più non è presente mensilmente

Simon Amstell - Do Nothing Live

Lalcolismo è unarte

Tre settimane fa il suo nipotino che era stato colpito da una brutta influenza intestinale, è stato ricoverato all'ospedale perché il vomito non cessava, per essere alimentato e idratato con la flebo. Luciana ha prestato assistenza al nipotino ammalato, perché anche la mamma nel frattempo si era ammalata. Luciana si è subito inginocchiata e ha fatto questa preghiera che le è sgorgata dal cuore: "Signore Gesù, nel tuo nome io ho autorità di cacciare i virus e i batteri che vogliono prendere possesso del mio corpo.

Metto tutto ai piedi della croce e non voglio niente di tutto questo. Io ti appartengo Signore Gesù e tu non puoi vivere dove c'è il male. La settimana dopo, durante la preghiera di guarigione e liberazione, Luciana ha fatto sua una parola di conoscenza nella quale Iole diceva che "una radice di amarezza si stava sradicando". Subito Luciana ha ringraziato il Signore: era sua l'amarezza che si stava sradicando.

L'amarezza è quel sentimento conclusivo che viene nutrito dalla rabbia, rancore, risentimento, dalla mancanza di perdono Spesso risale al nostro passato. Quando incontriamo il Signore ci portiamo appresso un bagaglio di sofferenze che risalgono ai tempi della nostra infanzia: rifiuti, mancanza d'amore, paure e per non soffrire le nascondiamo dentro di noi.

Nel momento in cui durante la nostra esistenza, si verifica una situazione che ci fa soffrire come quella che abbiamo sepolta dentro di noi, l'amarezza esplode ed è quanto è capitato a Luciana, che si è trovata a vivere in un contesto nel quale si è sentita offesa da il bere fermato Jes più non è presente mensilmente persona a lei molto cara: è stata tradita nelle sue aspettative; era il problema il bere fermato Jes più non è presente mensilmente Luciana aveva con il suo papà nell'infanzia.

La ferita sanguina e procura dolore. L'esercizio da fare per rimarginare la piaga è Gesù, dobbiamo imparare a confidare in Lui, mettendo tutto nelle sue mani il bere fermato Jes più non è presente mensilmente dialogando apertamente con Lui: "Signore Gesù, io sto male, se ho sbagliato mettimi nel cuore la pace e fammi capire dove ho sbagliato.

Se invece non ho sbagliato, mettimi la pace e fa capire anche alla persona che mi ha ferito che ha sbagliato, fai scendere in lei la tua pace che è la più grande ricchezza che si possa desiderare. Canta Osanna al re dei re! Nicodemo gli disse: - Com'è possibile che un uomo nasca di nuovo quando è vecchio? Dalla carne nasce carne, dallo Spirito nasce Spirito. Non meravigliarti se ti ho detto che dovete nascere in modo nuovo.

Lo stesso accade con chiunque è nato dallo Spirito. Barbara racconta che quella mattina si è svegliata felice alle 4. E' sgorgata dal profondo del suo cuore una lode a Dio Padre, Creatore, nostro Signore come leggiamo nel Salmo"Tu mi hai plasmato il cuore, mi hai tessuto nel seno di mia madre.

Ti lodo, Signore: Mi hai fatto come un prodigio. Lo riconosco: prodigiose sono le tue opere. Il mio corpo per te non aveva segreti quando tu mi formavi nel seno della terra. Non ero ancora nato e già mi vedevi. Nel tuo libro erano scritti i miei giorni, fissati ancor prima di esistere. Quando Barbara è venuta in comunità, circa cinque anni fa, non diceva certo queste parole, era come una gomma da masticare il bere fermato Jes più non è presente mensilmente a terra: il nemico aveva preso lei, il marito, la sua famiglia e aveva rubato tutto.

Ma la cosa che le aveva rubato maggiormente era "la voglia di vivere. E fin dal primo momento Barbara ha cominciato a sfamarsi con le lodi dei fratelli e delle sorelle, sentiva che il suo corpo aveva bisogno di nutrirsi della Parola, sentiva i fratelli che parlavano di "vita" e lei divorava ogni lode che giungeva al suo orecchio.

Un'immagine che è rimasta scolpita nella mente di Barbara e che non scorderà mai è stata questa: Iole che usciva dalla sacrestia della chiesa di Peraga tenendo stretta fra le sue braccia la Bibbia.

Barbara aveva un grande bisogno di vita, anche se non aveva la luce per comprendere bene tutto, lei aveva fame di vita!

Quella sera Iole aveva detto di prendersi una Bibbia per seguire durante l'evangelizzazione, ma Barbara non aveva i soldi per acquistarne una, perché la sua famiglia viveva nella miseria assoluta. E Barbara quando poi è ritornata a casa sua alle E lei non riusciva a contenerla: era una esplosione di gioia. E Barbara lo ringrazia con tutto il cuore! Questa è l'opera dello Spirito Santo che cambia tutta la nostra vita e come lo fa Lui, non lo fa nessuno.

E il Signore non fa preferenze con nessuno: ama tutti, lasciamoci amare dal Signore! La vostra fede e il vostro amore sono fondati sulla speranza che vi aspetta nel cielo. Ne siete informati da quando per la prima volta giunse tra voi il messaggio della verità, cioè il Vangelo. Grazie Padre perché ci hai dato tuo figlio Gesù che è la Parola, il messaggio della verità che ci libera dalla schiavitù del peccato. I nostri peccati sono perdonati. La pace che io vi do non è come quella del mondo: non vi preoccupate, non abbiate paura.

La il bere fermato Jes più non è presente mensilmente parola è come la pioggia e la neve che cadono dal cielo e non tornano indietro senza avere irrigato la terra e senza averla resa fertile. Fanno germogliare il grano, procurano i semi e il cibo. Grazie Signore perché se ci arrendiamo al tuo amore, ci facciamo piccoli, morendo al nostro io, al nostro orgoglio, ci abbassiamo e impariamo a fare la tua volontà, grandi sono le meraviglie che tu compi nella vostra vita.

Dobbiamo avere il coraggio di mettersi in ginocchio: dobbiamo farci piccoli come i Magi, che cercano il bere fermato Jes più non è presente mensilmente stella che li guida e che li porta a Gesù, e a lui si inginocchiano per adorarlo. Quando ti chiediamo di conoscere la tua volontà, di fare la tua volontà, gettiamo piccoli semi della tua Parola, che tu farai poi crescere e a tempo debito raccoglieremo abbondanti frutti, che sono dei frutti duraturi: sono i frutti del tuo amore.

Dio nostro Padre ci ha fatti partecipare ai beni preparati per il suo popolo, nel regno della luce. Colossesi 1, E allora la nostra fede cresce, si fortifica, grazie alla tua potenza impariamo a resistere forti a tutte le difficoltà, a tutti i momenti di prova che la vita ci riserva.

Ti apriamo il nostro cuore, stiamo fermi nella tua Parola, e camminiamo passi sicuri sempre con te. Francesca ha terminato da poco i primi tre anni di cammino nello Spirito e ha iniziato a servire il Signore nel gruppo dell' Accoglienza. Mettimi alla prova e scopri i miei pensieri. E a lei sono tanto mancati! Per la mancanza di dialogo e di affetto, è cresciuta senza conoscere cos'era l'amore e non ricevendolo non ha potuto nemmeno darlo.

E questa mancanza d'amore si è ripetuta anche nel suo matrimonio. Francesca pregava il Signore perché Lui che è padre e madre, fratello, amico In questa famiglia Francesca ha trovato il suo posto: accoglie con l'abbraccio i fratelli. Il Signore sta curando il suo cuore! E anche Francesca è stata benedetta perché il Signore ha effuso il Suo Amor!

A casa Francesco aveva provato, tutto funzionava alla perfezione fino al sabato sera. Solo dopo che il Signore ha dato una profezia dopo le prime stazioni e che abbiamo pregato il Signore: tutto l'impianto ha iniziato a funzionare.

Ha fede in lui, che provvederà sempre ad ogni suo bisogno. Lo Spirito Santo le ha dato forza anche nel distacco terreno da suo marito che ora è nella gloria di Il bere fermato Jes più non è presente mensilmente e il giorno del suo funerale è stato un giorno di festa e di pace, come desideravano.

Due anni fa scendendo dal camion del marito, non aveva visto l'ultimo gradino, era caduta a terra e da quel momento accusava tanti dolori: per riuscire a stare seduta doveva mettersi tre cuscini sotto il sedere. Quando noi abbiamo fede, il Signore opera subito. Vediamo come il Signore opera attraverso la fede, il bere fermato Jes più non è presente mensilmente sempre ogni persona che crede: "Se tu credi, vedrai la gloriosa potenza di Dio", ma noi dobbiamo sempre combattere il male, cacciandolo nel nome di Cristo Gesù perché Gesù ha vinto il male!

Lode a Gesù! Una sua amica le ha chiesto ci pregare per lei perché le avevano diagnosticato un fibloma. Durante gli esami pre-operatori i medici si sono accorti che non c'era più niente, cosi non è stato necessario alcun intervento umano ma solo la Potenza fu Dio.

Lei testimonia la guarigione da questo problema durante la preghiera e confida nel Signore che faccia luce ai medici che individuino la causa si questo malessere.

Ogni volta per fissare gli appuntamenti con il telefono perde molto tempo senza trovare quello che le serve. Una mattina prima di chiamare prega il Signore guardano il crocifisso, chiede il suo aiuto e si abbandona alla sua volontà, certa che il Signore la aiuterà. Trova subito la linea e trova un appuntamento che a lei va bene.

La potenza della fede è grande e quando ci abbandoniamo alla Sua volontà lo Spirito Santo ci sostiene. In quel momento chiama la madre che le conferma che il padre è a correre con la bicicletta.

Prende la parola di Dio e cerca il Salmo 91, la protezione divina. Quando rientra a casa il padre le conferma che è caduto in bicicletta, ma non si è fatto niente. Tutti insieme lodano e ringraziano il Signore.

BRUNA una sera alla Santa Messa nel momento di ricevere la comunione vede una signora in sedia a rotelle con la badante che và a prendere la comunione. Quando il sacerdote le dà la comunione la signora inizia a dire che non la vuole, che non vuole ricevere Gesù. Bruna ha cominciato a pregare in lingue per quella signora e chiedeva con insistenza al Signore che quella signora riesca a riceverlo.

Si è avvicinata a lei e le ha detto di mettere la particola in bocca perché è Gesù che le vuole bene. La signora ha accettato e uscendo dalla chiesa la badante ha ringraziato Bruna. FLORA ha iniziato il bere fermato Jes più non è presente mensilmente frequentare la comunità anche se il marito la ostacolava, perché non condivideva questo cammino ma lei ha continuato a pregare per lui sempre più intensamente.

Dopo qualche mese si accorge che il marito stava cambiando atteggiamento nei suoi confronti. Quando ha chiesto al marito perché era cambiato, le ha confidato che aveva iniziato a leggere la Bibbia. Ora frequentano insieme la preghiera e lodano e ringraziano il Signore. LUCIA testimonia la potenza della preghiera fatta insieme ai fratelli.

Il figlio di una sua amica inizia ad accusare forti dolori alla testa. Dopo dieci anni gli viene restituito il denaro che avevano perduto smarrendo il portafoglio. Il Signore inoltre sta sistemando il lavoro di Enzo, garantendogli uno stipendio perché la loro vita è in mano al Signore.

Le sue ossa, in particolare quelle della gamba si stavano indebolendo e nonostante i numerosi interventi fatti, che gli provocarono forti dolori, i suoi dolori continuavano. La loro vita è cambiata ed ora servono il Signore con gioia. Un giorno, nel ritorno dal lavoro, Silvia trova la madre a terra che non riusciva più a stare in piedi. Per questo loda e ringrazia il Signore. Una sua collega di lavoro ha fatto un incidente con il muletto che gli ha schiacciato la punta del piede e aveva forti dolori.

Lui ha iniziato subito a pregare in lingue il Signore su di lei. La collega non ha avuto più male e ha ricominciato subito a lavorare.