E poi ha smesso di bere perché è stato stanco

un ora per smettere di fumare

Bere fermato e allarme adesso sincero

Tutta l'argomentazione si basa su quanto sperimentato da me in prima persona, quindi è ovviamente tutto soggettivo. Premetto che in tanti mi dicono che bere caffè è per loro un piacere : al contrario io lo bevevo solo per sfruttarne la caffeina, l'avrei anche presa pura in polvere; se riuscite a berlo serenamente, senza nessuno dei problemi che avevo io di seguito descritti, ben venga, potete anche chiudere questa pagina.

Essa è piuttosto indirizzata a tutti gli altri, a chi reputa di berne troppi e non sa come limitarsi, a chi ha un approccio impulsivo al caffè, a chi ha alcuni degli effetti negativi elencati.

Jump to. Sections of this page. Accessibility help. Join or log in to Facebook. Email or Phone. Forgotten account? Sign Up. I toni drammatici sono talora delle iperboli autoironiche, non prendetemi troppo sul serio.

L'organismo tende ad abituarsi alla caffeina: quando si assume con regolarità, dà un effetto sempre meno stimolante, portando ad aumentarne l'assunzione per avere lo stesso e poi ha smesso di bere perché è stato stanco.

Chi è meno compulsivo e dipendente riesce a mantenere lo stesso numero di caffè al giorno da 1 a 3ma non era il mio caso. Per questo aspetto la caffeina è insostenibile come la nicotina: è un ciclo vizioso, una spirale senza via d'uscita.

Quando bevevo un caffè di troppo, avevo questi effetti, ed essere nervosi o con palpitazioni, quando si è già stanchi, non è per neinte piacevole. E riguardo l'insonnia, spesso la sera avevo difficoltà a prendere sonno in quanto agitato.

Non a caso sconsigliano l'uso di energy drink alla guida, dato che, finito l'effetto, potrebbero causare colpi di sonno. Tra le cause possibili dei mal di testa compare sempre la caffeina. Io soffrivo di cefalea muscolo-tensiva, quasi sempre nei weekende avevo sempre notato una correlazione con il caffè: a volte me la faceva alleviare, a volte peggiorare, ma sopratutto venire se ero in "astinenza" anche il solo svegliarmi più tardi, e quindi stare a letto per ore senza la solita dose di caffeina delle 8, spesso mi causava cefalea; senza parlare di campeggi o viaggi dove stavo per giorni senza caffè.

Fatto sta che, da dopo circa 5 mesi dalla mia ultima assunzione di caffeina, non ho quasi mai più avuto mal di testa.

Io ero estremamente dipendente dalla caffeina, non potevo stare senza, pena i mal di testa sopra citati e sonnolenza fino a casi di narcolessia sopratutto in vacanze all'estero dove facevano caffè finti o riuscivo a berne pochi.

Ma per dipendenza intendo anche la scocciatura quotidiana di dover per forza farmi il caffè appena sveglio, cercare un bar quando si è fuori, avere insomma la vita condizionata da questa sostanza; talvolta la notte arrivava la sonnolenza e, come un tossico, iniziavo a cercare un bar che potesse farmi un caffè. E' diffusa l'idea sui media che il caffè sia una manna per la salute. Ma tutti questi, ribadisco, sono stati motivi secondari per me per decidere di smettere: c'è di molto peggio per la salute, per es.

Vi siete mai chiesti come facesse l'uomo prima che inventasse il caffè o il tè? Beh, non era affatto un problema: che ci crediate o no, la caffeina non serve all'organismo, è solo questione di abitudine, non è nella nostra natura, è solo una droga. Ho avuto questo ben chiaro quando ho notato persone che non l'assumessero per niente come me adesso ed erano sempre sveglie e attive, e poi ha smesso di bere perché è stato stanco continui problemi di sonnolenza.

Lo definisco una truffa perché promette di svegliarti, e poi ha smesso di bere perché è stato stanco chi non lo beve mai è probabilmente sempre più sveglio di te; quando lo bevi, dà un effetto positivo solo perché, per pochi minuti, ti riporta al tuo stato naturale, dove l'organismo non cerca la caffeina stesso discorso della nicotina.

Ho capito che quello era stato il mio ultimo caffè e adesso ne sono convinto: se no lo bevo, non è solo perché vorrei evitare gli aspetti negativi sopra descritti, piuttosto non mi va proprio, non ne ho bisogno, mi farebbe stare peggio. In realtà in quell'anno avevo sostituito il caffè col tè che è meglio per molti aspetti: quello verde e poi ha smesso di bere perché è stato stanco fortemente antiossidante, ha aromi molto più variabili da degustare, ha meno caffeina sopratutto a infusioni lunghe di almeno 5 minuti, mentre a quelle brevi, per es.

Ma nel Dicembre dello stesso anno, in un giorno in cui avevo mal di testa e avevo bevuto ben 4 tè perché non riuscivo a "svegliarmi", arrivato alla sera, stavo per svenire per il mal di testa. Quel giorno ho deciso di stare lontano per sempre dalla caffeina. I miei vantaggi nell'aver smesso sono: la mattina mi sveglio come avessi già bevuto il caffè; niente sonnolenza immotivata durante la giornata, sono sempre come se avessi appena bevuto un caffè; la notte posso tirare oltre le 6 finché non arriva la stanchezza fisica diversa dalla sonnolenza ; niente più difficoltà a prendere sonno insomma, più naturalezza dei cicli veglia - sonno ; mal di testa molto più rari.

Per la mia "teoria dell'effetto contrario" sopra espressa, valida anche viceversa, e poi ha smesso di bere perché è stato stanco sono stancomi bevo addirittura anzi tisane rilassanti per es. Invece, in caso di digestione particolarmente difficoltosa, al più assumo sostanze digestive come liquirizia, menta, anice caramelle pure o tisane.

Roberto Zimmile. Network Engineer at Cheapnet. Notes by Roberto Zimmile. Embed Post.