Psicoanalisi su alcolismo

ANSIA e ALCOLISMO: La comunità è stata la mia salvezza... ho ritrovato l'autostima.

Il marito ha bevuto asd 2

Nonostante questo lavoro verta sui contributi psicoanalitici, è importante definire in psicoanalisi su alcolismo più ampi e globali il problema, grazie al riferimento apportateci dal D. IIIche spiega il fenomeno psicoanalisi su alcolismo una sindrome psicoanalisi su alcolismo dipendenza:. Quindi l'alcolismo in un contesto diagnostico-psichiatrico viene considerato come una sindrome come un insieme di sintomi che danno origine ad psicoanalisi su alcolismo specifico quadro patologico.

La tendenza prevalente dell'approccio psicoanalitico è studiare l'alcolismo, non come una patologia specifica ma come un sintomo di strutture patologiche sottostanti, che possono variare. L'attenzione quindi viene spostata verso i disturbi della personalità. Per, Casini, Bartocci, Finto, la configurazione degli stati etilici secondo la dimensione nevrotica o psicotica che emerge nella personalità dell'etilista è piuttosto confusa.

La confusione aumenta quando, c'è un bisogno di interpretare la sintomatologia propria di questa situazione, dimenticando che su un certo tipo di struttura, si innesta una patologia che è prodotta dall'oggetto alcool sul sistema nervoso Mi sembra utile citare il pensiero di P. Perrotti per capire come la psicoanalisi si situa all'interno del dibattito sull'alcolismo: "Se un uomo ricorre alla droga, è perché è divorato internamente da psicoanalisi su alcolismo 'male occulto,' alla psicoanalisi interessa riportare a galla le cause di questo male, e psicoanalisi su alcolismo ampliare la libertà di decidere e di vivere di questo individuo" Perrotti, Il primo punto essenziale entro il quale vi è un evidente omogeneità, è il rapporto tra oralità ed alcolismo.

Il primo autore che se ne è interessato è S. Freud in "Tre Saggi sulla teoria sessuale" e precisamente al paragrafo riguardante l'azione del succhiare, Freud spiega:. Appare in questo lavoro molto importante l'origine di teorizzazioni posteriori che rapporteranno la nascita della patologia alcolica ad una fissazione o regressione allo stadio orale della libido. Come per Freud, anche per Abraham, l'alcolismo psicoanalisi su alcolismo da una fissazione allo stadio orale, causata da uno spostamento di cariche libidiche rimosse.

La sostanza tossica, provoca un soddisfacimento sostitutivo di attività frustrate. Anche Rado, autore che si è interessato in maniera sistematica e approfondita di tossicodipendenza, pubblicando articoli dal al ha messo in luce dei punti degni di interesse circa il rapporto tra oralità e alcolismo.

Questa soddisfazione con l'andar del tempo si sostituisce al piacere genitale e, facendo indebolire il primato genitale porta alla luce le organizzazioni pre -genitali. Rado analizza le psicoanalisi su alcolismo piacevoli dello stomaco pieno replezione e come queste sensazioni si estendono all'intero organismo specialmente durante i primi periodi di vita dell'individuo. Se in alcuni adulti questa sensazione è andata persa, in altri questo processo è sopravvissuto alla funzione fisiologica primaria a psicoanalisi su alcolismo Rado da il nome di "orgasmo alimentare".

L'orgasmo farmacotossico, spiega l'autore, sembra essere una riedizione dell'orgasmo alimentare sorpassandolo nella peculiare caratteristica di piacere. Anche per Rado quindi, l'alcolismo rappresenta una soddisfazione sostitutiva del piacere genitale ed è in stretta relazione con il piacere orale.

Glover prende invece in considerazione le fasi di sviluppo psichico, analizzando eventuali traumi in corrispondenza con gli aspetti normali ed anormali della funzione mentale adulta. Questa triade come appare evidente diventa un circolo vizioso entro cui l'alcolista attua questa dinamica patologica. Altri autori invece si sono soffermati sul ruolo e l'importanza della figura materna nello sviluppo della patologia alcolica. Knight spiega che il rapporto con la madre spesso è una causa concomitante nella patologia alcolica: ella è eccessivamente indulgente e protettrice e pronta a soddisfazioni eccessive che portano il bambino ad aspettative esagerate; quando per qualche causa la madre viene a mancare, psicoanalisi su alcolismo nel bambino un senso di tradimento.

Gli alcolisti sono dei bambini e degli adolescenti difficili e psicoanalisi su alcolismo loro padri sono quasi sempre freddi e si mantengono distanti nell'ambito familiare e i loro contatti con il bambino avvengono sempre tramite la madre che mischia sconsideratamente indulgenza e severità.

Anche Bergler nel suo lavoro sulle nevrosi orali, mette in evidenza come la gioia del bere nell'alcolista, rappresenta il bisogno psicoanalisi su alcolismo sentirsi indipendente e di trionfare su una madre rifiutante di cui l'alcolista non ha bisogno. Psicoanalisi su alcolismo Fenichel invece le difficili relazioni familiari hanno dato origine a disillusioni orali nell'infanzia determinando una fissazione orale nell'età adulta, con tutte le conseguenze che tali fissazioni portano alla struttura di personalità.

Nei maschi inoltre, spiega Fenichel, vi è una delusione specifica nei confronti della madre con un allontanamento ed un'avvicinamento al padre. Un altro tema preso in esame psicoanalisi su alcolismo maniera piuttosto compatta, è il legame tra omosessualità e alcolismo.

Il primo autore che psicoanalisi su alcolismo è interessato a questa relazione è stato K. Abraham che nel suo articolo del dal titolo "Relazioni psicologiche tra sessualità e alcolismo" spiega come nella quotidianeità l'uomo tende a psicoanalisi su alcolismo e a psicoanalisi su alcolismo impulsi di tipo omosessuale, i quali vengono manifestatamente alla luce grazie all'influsso dell'alcool.

Questo punto verrà ripreso in considerazione e rielaborato da Ferenczi il quale evidenzia che l'alcool mediante la psicoanalisi su alcolismo opera di distruzione delle sublimazioni mette in psicoanalisi su alcolismo la vera costituzione sessuale: cioè la scelta omosessuale. Anche Freud nel analizza nel caso clinico psicoanalisi su alcolismo "Presidente Schreber"il conflitto centrale della paranoia che secondo lui è generato dalle fantasie di desiderio omosessuali. Questo desiderio non è cosciente ma viene proiettato sulla compagna la quale è ingiustamente accusata di amare tutti gli uomini che il marito è tentato di amare.

Il rapporto omosessualità e paranoia nell'alcolista, sarà preso in esame un anno dopo da Ferenczi il quale si troverà coinvolto in prima persona in un caso di paranoia di un suo dipendente. Per Rado invece, l'omosessualità dell'alcolista, è il risultato del rafforzamento di erotismi pre-genitali. Altri autori hanno invece preso in esame altri tipi di perversione presenti nel soggetto alcolista.

Per Bergler e Knight questo malato è fondamentalmente masochista, psicoanalisi su alcolismo questa assimilazione non psicoanalisi su alcolismo tutti gli autori concordi, come ad esempio Pomari che critica, questa relazione, poiché per lui troppo imprecisa e semplicistica dato che nell'alcolista all'ultimo stadio non vi è più un finalismo libidico presente invece nell'individuo masochista ma un autodistruttivismo e un istinto di morte molto psicoanalisi su alcolismo.

Altri autori, specialmente quelli che si interessano alle relazioni oggettuali, hanno messo in evidenza, come l'alcool rappresenta un oggetto buono quando viene internalizzato, permettendo un rafforzamento della componente buona del super Io, e come oggetto cattivo "il mattino dopo", quando l'alcolista si risveglia con i postumi e divorato dal rimorso. Anche Glover spiega che la droga rappresenta per l'inconscio, un oggetto dotato di caratteristiche di amore ed odio che erano state attribuite ai genitori nei primi anni di vita.

Per Rosenfeld la droga rappresenta sia le parti cattive che buone del sé che diventano oggetti scissi, tramite i meccanismi paranoidi. Per quanto riguarda l'inserimento dell'alcolismo entro patologie nosologiche conosciute, vi è un'eterogeneità, dovuta alle diverse analisi e ai diversi casi cimici presi in esame dai diversi autori. Se alcuni hanno assimilato l'alcolismo alla psicosi maniaco depressiva come ad esempio Psicoanalisi su alcolismo, altri autori hanno evidenziato nella dipsomania una coazione a ripetere attuata da meccanismi ossessivi, come ad esempio Fenichel; interessante a questo proposito il pensiero di Glover che segna il bisogno di far luce nella patologia alcolica, inserendola nei "gruppi di transizione" identificabili tra la psicosi e la nevrosi ossessiva.

A Questo proposito mi sembra interessante chiarire il punto di vista di alcuni autori francesi recenti De Mijolla, Shentoub, Clevreaul, Descombey che si pongono in antitesi con gli autori precedenti; essi hanno sviluppato la loro attenzione, sulla possibilità di attribuire alla patologia alcolica una dignità nosologica psicoanalisi su alcolismo. Ultimo punto molto importante, è come intervenire con il paziente alcolista a livello terapeutico.

Primo fra tutti, che ha dedicato molto tempo al lavoro questo tipo di paziente, all'interno del sanatorio, è Simmel, il quale è dell'idea, che la psicoterapia in ospedale, psicoanalisi su alcolismo la possibilità di maturazione dell'Io psicoanalisi su alcolismo tenta di risanare la ferita narcisistica dell'alcolista, e cita la possibilità di inserire il paziente alcolista entro gruppi di auto aiuto.

Per Glover invece il primo passo per la cura è l'astinenza, e solo dopo il lavoro verterà nell'analisi della patologia sottostante. Non si dimostra dello stesso parere Shentoub il quale è dell'idea che il malato alcolista momentaneamente svezzato, continua a mantenere con il progetto di bere una relazione che si sostituisce al principio di realtà. Il 'progetto di bere 'rimane una variabile con la quale il terapeuta deve fare i conti.

In this article I have analyzed the principles themes concerning alcoholism faced by authors of psychoanalytic orientation. During this research I realized that it is not possible to refer to a global theory even if some authors have attempted a systematization psicoanalisi su alcolismo the argument.

For this reason I have examined the most interesting subjects and the mainly discussed by the authors: the relationship between: orality and alcoholism, homosexuality and alcoholism, mother imago and alcoholism, and personality's structure and alcoholism.

Masson-Milano - Abraham K. Boringhieri - Torino - Bergeret J. Fain M. Boria - Roma - Bergler E. Astrolabio - Roma - Clavreaul J. Calvreaul J. Descombey P. Fenichel O.

Ferenczi S. Raffaello Cortina - Milano - Raffaello Cortina — Psicoanalisi su alcolismo Pomari F. Freud S. Boringhieri - Torino Psicoanalisi su alcolismo E.

Knight R. Perrotti P. Atti del Convegno. Ospedale S. Psicoanalisi su alcolismo 5 - 6 Marzo Finto M, Casini S. Rado S. Rosenfeld H. Armando- Roma Tausk V. Ubaldini -Astrolabio Roma Tolentino I: "Aspetti psicogenetici dell'alcolismo nella teoria psicoanalitica" Rivista di Psicoanalisi, 10pp.

Collabora presso la cattedra di "Psicologia Dinamica" della facoltà di Psicologia dell'Università di Roma.

Torna all'indice. Se tale importanza persiste, questi bambini diverranno da adulti dei raffinati in fatto di baci.