Lorganizzazione di lotta contro alcolismo nella Federazione Russa

Dipendenza dall'Alcool - Quali segni, quali terapie per disintossicarsi

Vodka per codificazione

Pensate al tipico alcolizzato russo: naso rosso, viso non rasato, una bottiglia di vodka ben stretta in mano. Accanto, un barattolo mezzo vuoto di sottaceti e un pezzo di pane alla lorganizzazione di lotta contro alcolismo nella Federazione Russa per far scendere quella sostanza diabolica.

Nel il ministro delle finanze russo, Aleksei L. Facilitando la vendita e la distribuzione di alcolici il Cremlino ha avuto, nella questione, una responsabilità notevole negli ultimi anni. Secondo una leggenda, furono i monaci del monastero di Chudov nel Cremlino i primi a immergere le loro labbra nella vodka, verso la fine del 15esimo secolo.

Nelscoppiarono rivolte nelle taverne in tutto il paese, perché almeno un terzo della popolazione maschile era in debito con i gestori. Secondo Brown, nel i ricavi dalla vendita di vodka componevano almeno la metà degli introiti fiscali del governo russo. Subito dopo la Rivoluzione del Lenin la mise al bando. Ancora negli anni settanta gli alcolici erano un terzo delle entrate dello stato.

Secondo uno studio, il consumo di alcol si lorganizzazione di lotta contro alcolismo nella Federazione Russa raddoppiato tra il e ilfino ad arrivare a 15,2 litri a persona.

Il largo consumo di alcol, a detta di alcuni, venne impiegato come metodo per ridurre il dissenso politico e come forma di repressione. Insomma, dalla vodka non derivano solo i soldi come sempre ma, a quanto pare, anche i regimi. A oggi, ci sono state solo due campagne anti-alcol di una certa ampiezza in Russia.

Tutti gli altri hanno ignorato il problema, lo hanno visto ma non hanno fatto nulla di sostanziale sulla questione. Un uomo, povero, non ce la faceva più.

E come facevo? Paradossalmente, fu proprio il successo della campagna a determinarne il fallimento: la spesa nelle rivendite di alcolici statali era diminuita di miliardi di rubli tra il e il Le autorità avevano previsto che la perdita sarebbe stata compensata da una crescita della produttività del 10 percento, ma questi calcoli si sono rivelati sbagliati.

Nel il consumo aveva raggiunto i 14,5 litri di alcol puro a testa, come rivela, nelWorld Health. I russi divennero il popolo più alcolizzato del mondo. Vuoi essere sempre lorganizzazione di lotta contro alcolismo nella Federazione Russa Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.

Email Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione Accetto la Privacy Policy Iscriviti.