La relazione su prevenzione di alcolismo e tossicodipendenza a scuola

Adolescenti, alcool, droga: abuso o dipendenza?

La codificazione da alcool in Alexandrov

La dipendenza da droghe e alcol è una malattia del cervello che è possibile prevenire ed eventualmente, nel caso si voglia, curare e guarire! Priorità La prevenzione si deve ritenere prioritaria e fondamentale per la riduzione della domanda di droga. Attenzione al policonsumo Le attività di prevenzione devono essere strutturate considerando che il policonsumo di sostanze vari tipi di droghe, alcol e tabacco è ormai il comportamento prevalente di assunzione.

Interventi permanenti e su gruppi specifici Le azioni di prevenzione devono essere particolarmente sostenute e mantenute nel tempo al fine di assicurare alla comunità ed in particolare ai giovani e ai gruppi sociali particolarmente vulnerabili ed alle loro famiglie adolescenti con disturbi comportamentali, minori con comportamenti delinquenziali, emarginati la relazione su prevenzione di alcolismo e tossicodipendenza a scuola fissa dimora, persone detenute, prostitute, donne in gravidanza, immigrati, ecc.

A tale proposito è necessario supportare e rinforzare il ruolo e la responsabilità della famiglia ruolo genitoriale e della scuola ruolo educativo e formativo. Vulnerabilità, fattori di rischio e fattori protettivi Dalle ricerche scientifiche, nazionali, europee ed anche internazionali, sono stati identificati diversi fattori di rischio che possono creare uno stato di maggior vulnerabilità allo sviluppo di dipendenza.

Alcuni di questi rischi sono geneticamente determinati, altri, ugualmente importanti, sono collegati alla sfera psicologica, educativo e socio-ambientale di ogni singolo individuo. La perfetta maturazione cerebrale comporta, quindi, una regolare maturazione di questi sistemi di connessione che saranno in grado di assicurare una buona e corretta relazione funzionale tra emozioni e volontà, creando quel bilanciamento necessario ad una normale e gratificante vita sociale basata sulle relazioni con i propri simili, ben equilibrata tra gli impulsi emozionali ed il controllo volontario e responsabile dei comportamenti.

Per questi motivi la programmazione delle attività di prevenzione deve tenere in forte considerazione gli studi sugli effetti delle sostanze stupefacenti sul cervello durante tutta la fase di evoluzione. Questi interventi si sono dimostrati anche più sostenibili rispetto ad la relazione su prevenzione di alcolismo e tossicodipendenza a scuola universali e non specifici.

È necessario supportare fortemente queste due componenti con specifiche e concrete azioni. Gli studi epidemiologici hanno dimostrato che esiste un lungo periodo di tempo, con continua esposizione ai rischi e danni cerebrali delle persone che utilizzano la relazione su prevenzione di alcolismo e tossicodipendenza a scuola stupefacenti, che va dal momento del primo uso di tali sostanze al momento del primo contatto con i servizi di cura.

Questo consentirà anche di ridurre le drammatiche conseguenze e i costi della tossicodipendenza derivanti sia dal dover attivare opportune strutture e processi di cura, sia dalla riduzione del potenziale produttivo ed intellettivo della persona tossicodipendente.

Tutti i diritti riservati. Cerca nel sito Sei qui: Home La Prevenzione. Di seguito alcuni punti da prendere in seria considerazione.