Alcolismo di Mickey Rourke

DP/30: The Wrestler, actor Mickey Rourke (LA)

Cliniche di cura di alcolismo in San Pietroburgo

Ha un ruolo marginale ma significativo. Un tempo, la star era lui: Mickey Rourke. Ha avuto tutto e Alcolismo di Mickey Rourke perso tutto e sta riconquistando qualcosa alla sua età 47, 49 o 53 anni, dipende dalle biografie. Era fuggito da Hollywood, nessuno più gli voleva dare lavoro e coprirlo con una assicurazione durante le riprese. Problemi di alcol, di droghe, di conflitti estremi nelle Alcolismo di Mickey Rourke relazioni private con donne molto amate e anche molto violentate, di ostentato disprezzo per l' industria del movie business, che l' aveva eletto star, non gli furono perdonati.

Ha affittato una piccola casa sulle colline di Hollywood l'ex ragazzo selvaggio che un tempo viveva in una villa a Beverly Hills; il pugile inquieto con sette tatuaggi sulle braccia; il divo che girava in Harley Davidson e veniva arrestato a Beverly o a Rodeo Drive ogni sera, di fronte al club che aveva aperto, con gli amici motociclisti di una gang che pensava di poter fare tutto. Nella sua nuova casa, Rourke vive con l'inseparabile chihuahua, Lokiche nei suoi ultimi film, compreso Once a Time in Mexico a Venezia fuori concorsoAlcolismo di Mickey Rourke sempre.

Anche agli incontri, Mickey arriva con il cagnolino, una presenza capace di dare ordine e doveri alle sue Alcolismo di Mickey Rourke. Volevo riaffermare a me stesso il bisogno di fare pugilato, il ring mi sembrava molto più vero di qualsiasi set. Ho dovuto Alcolismo di Mickey Rourke. Mi hanno dovuto ricostruito la faccia, il setto nasale e le mandibole e, inoltre, mi sono reso conto che ogni giorno perdevo uno spicchio di memoria e vivere nel vuoto mentale mi faceva sempre più paura.

E' stato un agente, David Unger, sono stati gli amici attori e registi, con testarda tenacia, a ridarmi fiducia, a offrirmi piccole Alcolismo di Mickey Rourke.

Mickey oggi è semplicemente un uomo e un attore che sta ricercando una sua identità. La riscossa è partita dal Festival di Toronto dell' anno scorso, dove riapparve per la Alcolismo di Mickey Rourke volta dopo le crisi, gli arresti, i ricoveri in clinica, nello psichedelico Spun di Jonas Akerlung - che a giorni sarà sui nostri schermi.

Hollywood è piena di storie come la sua, che finiscono in tragedie. Sono amico del regista Robert Rodriguez e di sua moglie Elizabeth, che sempre partecipa alla creazione dei film " di famiglia".

Robert ed Elizabeth mi hanno offerto un' altra chance. Avere intorno questa famiglia molto latina, che non si stacca mai dai tre figli, e gli altri "compari" d' avventura, da Willem Dafoe con il quale ho molte scene a Johnny Depp e Banderas, mi ha fatto sentire carico di energia vitale. Abbiamo girato in Messico e in questo luogo di confine e di fughe mi sento sempre a casa. Sebbene oggi non abbia più bisogno di fughe. Giovanna Grassi. Tutti i diritti sono riservati P.